fbpx

Lo sviluppo di competenze di tipo pensiero computazionale è ormai riconosciuto come un obiettivo primario nell’educazione odierna.

La nostra scuola ha sviluppato una didattica innovativa che guida i bambini nella costruzione delle capacità che li portano ad avere un pensiero creativo e una coscienza di come ci si arriva da soli e in un contesto sociale.

Questo viene fatto tramite l’ausilio del computer, con attività di programmazione (coding) di robot che interagiscono con la realtà del bambino.

Contrariamente a molte didattiche diffuse, noi partiamo dalla linguistica, da esercizi di metodologia di ragionamento analitico in dinamiche collaborative in cui il bambino programma e costruisce robot accorgendosi di come la comunicazione di gruppo sia un acceleratore per se stesso e la comunità di classe. Abbiamo inventato laboratori di coding-collaborativo, di astrazione e di tecniche di produzione creativa dove i bambini affrontano problemi complessi imparando a gestirli come se la classe fosse un social network. In questo modo affrontiamo con loro in un’esperienza unificata le tematiche di vita digitale e dell’uso dei social come spazi personali di apprendimento. Abbiamo capovolto la didattica di coding più in voga mettendo la tecnologia al servizio della linguistica, del pensiero analitico e creativo quando in molti casi si fa il contrario.

Domanda Insegnante: “Cos’hai imparato quest’anno nel corso di coding e robotica?”

Risposta di Alice: “Che quando non capisco devo imparare a farmi tante domande”

Risposta di Enzo:  ”Sono diventato più ingegnoso”

Risposta di Andrea: “Ho imparato a ragionare”